0

Le fonti dell’Amerino

Acquasparta, il piccolo borgo rinascimentale, nel cuore della verde Umbria, come suggerito dal toponimo del suo nome, è una città ricca di sorgenti d’acqua.

Solo nel territorio del comune del paese, si contano cinque sorgenti, due delle quali sono note anche come “le acque di San Francesco” poichè pare che il poverello d’Assisi, passando per queste zone, benedisse e rese curative le proprietà delle acque che sgorgavano dalle rispettive sorgenti.

Nel corso degli anni, specialmente ad Acquasparta e Furapane, attorno alle sorgenti sono andati a costruirsi due impianti termali che negli anni 60-70 e 80 hanno reso la cittadina di Acquasparta una meta termale famosa in tutta Italia.

In particolare, le terme dell’Amerino, erano organizzate per ospitare i numerosi turisti che venivano nel territorio a curarsi grazie alle proprietà curative dell’Acqua sorgiva.

Nel corso degli anni, il mito termale è andato scemando e rimane oggi un parco naturale oggi chiuso a causa dei danni causati dal terremoto del 2016.